Home / Profilo

Il Dottor Luigi Fasolino è Dirigente Medico presso l’U.O. Ginecologia ed Ostetricia dell’Ospedale ASL Salerno, P.O. Umberto I.
Durante la formazione – svoltasi tra Europa e U.S.A. – si è concentrato sull’acquisizione di abilità laparoscopiche, isteroscopiche e robotiche, sviluppando un interesse attivo nell’impiego di dispositivi di simulazione concernenti l’apprendimento della chirurgia endoscopica.
La sua attività di Dirigente Medico, attualmente, si basa sull’applicazione di tecniche mini invasive nell’ambito della chirurgia ginecologica benigna e maligna.
È membro del board della world SLS (Society of Laparoendoscopic Surgeons), Honorary Member della SRCMIG (Romanian Society of Minimally Invasive Gynaecological Surgery), della BAMIGS (Bulgarian Association of Minimally Invasive Gynecological Surgery) e unico docente italiano della tecnica laparoscopica Vertical Zone ideata dal dr. Charles Koh al Columbia St. Mary Hospital di Milwaukee, Wisconsin (USA).

Ha conseguito il Diploma in Robotic Surgery presso lo STAN Institute di Nancy in Francia, diventando tra i più giovani docenti di chirurgia robotica ginecologica.

Quale membro delle faculty di SLS, AAGL (American Association of Gynecologic Laparoscopists), SICMIG (Scuola Italiana di Chirurgia Mini Invasiva Ginecologica), SEGi (Società Italiana di Endoscopia Ginecologica) e SRCMIG, partecipa in qualità di docente a diverse conferenze di chirurgia mini invasiva in tutto il mondo.

È responsabile Regionale Basilicata della SEGi e responsabile per il Sud Italia di SEGi Young

È il fondatore di ISE – Italian School of Endoscopy.

Membership

In qualità di membro delle faculty di SLS, AAGL, SICMIG, SEGI e SRCMIG, il Dott. Luigi Fasolino partecipa attivamente a diverse conferenze di chirurgia mini invasiva in tutto il mondo.

SRCMIG

Social Stream

Ieri abbiamo ingannato una uggiosa domenica pandemica con il box vero-falso. La domanda che ha generato in assoluto più commenti e considerazioni è stata: “è vero che ginecologi ed ostetriche sono in competizione?” Ma è stata soprattutto la mia risposta: “FALSO” a creare più dibattito.Tante ostetriche mi hanno raccontato la difficoltà che hanno nel gestire il rapporto con i colleghi ginecologi; pazienti che sostengono di aver assistito a litigi, battibecchi, pessime opinioni che una categoria ha nei confronti dell’altra e viceversa; e poi infermiere, doule, puericultrici che hanno a loro volta evidenziato difficoltá nella gestione nel rapporto anche con la loro categoria.Insomma, diciamo che a questo punto parleró solo per me 🙂 Mai potrei pensare di gestire la mia vita professionale senza la coesistenza, coesione e partecipazione di tutte le figure deputate alla salute della donna e del bambino.In primis il rapporto tra ginecologo e ostetrica è un lavoro di squadra, di professioni simili ma con ruoli e competenze ben precise.Dichiaro senza alcuna difficoltà di aver imparato (e di continuare ad imparare) tanto dalle colleghe ostetriche più esperte che hanno vissuto per anni la sala parto, così come lascio tutto lo spazio necessario e insegno quello che so a quelle più inesperte.Vivo la sala parto - o comunque l’evento nascita in generale - come un qualsiasi gioco di squadra. Ognuno ha il suo ruolo ugualmente importante e complementare a quello degli altri.Lasciamo fuori dalla sala competizione e incomprensioni per far spazio a cooperazione e scienza medica. ... Leggi di piùLeggi di meno

3 weeks ago  ·  

Vedi su Facebook
Pronte per una nuova diretta? Avró questa volta la fortuna di essere affiancato da una chef che stimo moltissimo @valentinaleporati che realizza splendidi piatti gluten-free, e riesce a darci tante informazioni utili sull’argomento.Parleremo della correlazione tra celiachia e problematiche ginecologiche o in gravidanza, affronteremo il tema dell’infertilità e dell’alterazioni del ciclo mestruale sempre in relazione alla celiachia.Vi aspettiamo qui su instagram in diretta alle ore 18:00.Avete ancora tempo per le domande: le aspetto nei commenti.A dopo ...Grafiche di @enrica.michelon #celiachia #glutenfree #glutenfreefood #ginecologia #ostetricia #gravidanza #endometriosi #infertilità #abortività #dolorepelvicocronico #dolorepelvico #cucinaglutenfree #luigifasolino #valentinaleporati #direttainstagram #dorettaig ... Leggi di piùLeggi di meno

4 weeks ago  ·  

Vedi su Facebook
E con oggi sono ben 14 anni dal primo giorno in cui mi sono affacciato al mondo della ginecologia.In questa foto il mio primo giorno da specializzando; sicuramente con qualche capello in piu e qualche kg in meno, ma con la stessa passione che negli anni non mi ha abbandonato: l’obiettivo di cercare di portare avanti la professione “con scienza e coscienza medica” come dico sempre.Sarebbe sciocco negare i tanti sacrifici che questa vita impone. Ho trascorso 10 anni lontano da casa, in giro per il mondo, sempre con una valigia pronta e una nuova avventura, un nuovo paese e una nuova lingua da affrontare.Non sono mancate (e non mancano!) notti insonni, svegliarsi senza sapere in quale letto si sta dormendo e non avendo la più pallide idea se sia mattina o sera, mercoledì o domenica, ma realizzando subito che nelle ultime 36 ore lo stomaco ha ricevuto solo circa mezzo litro di caffè. Cambierei questa vita? Mai. Ogni bambino che ho la fortuna di abbracciare per primo dopo averlo visto per la prima volta come un “semplice” puntino bianco sull’ecografo; ogni donna affetta da patologie come endometriosi o dolore pelvico cronico, che arriva alla mia osservazione con una qualità della vita inaccettabile e che vedo rientrare in studio al controllo con un sorriso; ogni test di gravidanza positivo dopo mesi o anni di sofferenze che ricevo; ogni paziente, ogni giorno mi da la certezza che non avrei potuto scegliere altra strada che questa.Probabilmente invecchieró un po’ prima del previsto, ma ne sarà valsa la pena. ... Leggi di piùLeggi di meno

1 month ago  ·  

Vedi su Facebook
Prontissimi per un nuovo appuntamento. Questa volta saró ospite sulla pagina di @tatiana_sesini domani alle ore 18:00 qui su instagramDi cosa parleremo?Sfateremo i dubbi più comuni, le preoccupazioni più frequenti, le domande più ricorrenti che possono sorgere ad una donna in età fertile e gravidanza.Tatiana ha aperto nei giorni scorsi il box domande e l’avete sommersa di quesiti 🙂 , ma, chi avesse perso la possibilità di scrivere a lei, puó sempre recuperare qui sotto nei commenti.Ci vediamo domani, vi aspettiamo!...Grafica di @enrica.michelon #diretta #direttainstagram #ginecologia #ostetricia #gravidanza #divulgazionescientifica #rispondelesperto #intervista #tatianasesini ... Leggi di piùLeggi di meno

1 month ago  ·  

Vedi su Facebook
cos’è emerso dalla bellissima (e seguitissima!) diretta di ieri, con la collega e amica @silviagoggi ? E cosa possiamo concludere?Una scelta alimentare vegetale NON È controindicata in gravidanza, né dovrebbe essere criticata. L’importante è che sia (come per le onnivore) un regime alimentare ben supervisionato, ed integrato se necessario.Una scelta alimentare vegetale NON È causa di alterazioni di crescita fetale. Bimbi nati da madri vegetariane o vegane, correttamente assistite, non hanno mostrato significative differenze in termini di peso alla nascita rispetto alle madri onnivore.Una scelta alimentare vegetale NON È controindicata in ricerca di gravidanza, anzi, se ben bilanciata consente di mantenere un buon peso corporeo ed una normale funzionalità ovarica.Una scelta alimentare vegetale NON È controindicata in allattamento. Se correttamente impostata e supervisionata conferisce risultati soddisfacenti in termini di qualità e durata dell’allattamento.Una scelta alimentare vegetale NON È controindicata nella gestione del dolore pelvico cronico, anzi, in associazione a terapie farmacologiche mirate ed attività fisica mostra risultati assolutamente soddisfacenti nel controllo del sintomo dolore (durante i cicli o cronico)In sintesi: una scelta alimentare vegetale é possibile.Non voglio schierarmi - sapete che non lo faccio quasi mai - nonostante questa sia stata la scelta mia e di mia moglie: a parlare è la scienza.Ció che forse ha un’accezione personale, che spero possa essere uno spunto di riflessione, è che credo sia una scelta indice di rispetto verso noi stessi, verso la nostra salute, verso il nostro pianeta, verso la nostra economia, verso i nostri figli, verso il nostro futuro.Aspetto le vostre riflessioni nei commenti ... Leggi di piùLeggi di meno

1 month ago  ·  

Vedi su Facebook