Home / Profilo

Il Dottor Luigi Fasolino è Dirigente Medico presso l’U.O. Ginecologia ed Ostetricia dell’Ospedale ASL Salerno, P.O. Umberto I.
Durante la formazione – svoltasi tra Europa e U.S.A. – si è concentrato sull’acquisizione di abilità laparoscopiche, isteroscopiche e robotiche, sviluppando un interesse attivo nell’impiego di dispositivi di simulazione concernenti l’apprendimento della chirurgia endoscopica.
La sua attività di Dirigente Medico, attualmente, si basa sull’applicazione di tecniche mini invasive nell’ambito della chirurgia ginecologica benigna e maligna.
È membro del board della world SLS (Society of Laparoendoscopic Surgeons), Honorary Member della SRCMIG (Romanian Society of Minimally Invasive Gynaecological Surgery), della BAMIGS (Bulgarian Association of Minimally Invasive Gynecological Surgery) e unico docente italiano della tecnica laparoscopica Vertical Zone ideata dal dr. Charles Koh al Columbia St. Mary Hospital di Milwaukee, Wisconsin (USA).

Ha conseguito il Diploma in Robotic Surgery presso lo STAN Institute di Nancy in Francia, diventando tra i più giovani docenti di chirurgia robotica ginecologica.

Quale membro delle faculty di SLS, AAGL (American Association of Gynecologic Laparoscopists), SICMIG (Scuola Italiana di Chirurgia Mini Invasiva Ginecologica), SEGi (Società Italiana di Endoscopia Ginecologica) e SRCMIG, partecipa in qualità di docente a diverse conferenze di chirurgia mini invasiva in tutto il mondo.

È responsabile Regionale Basilicata della SEGi e responsabile per il Sud Italia di SEGi Young

È il fondatore di ISE – Italian School of Endoscopy.

Membership

In qualità di membro delle faculty di SLS, AAGL, SICMIG, SEGI e SRCMIG, il Dott. Luigi Fasolino partecipa attivamente a diverse conferenze di chirurgia mini invasiva in tutto il mondo.

SRCMIG

Social Stream

Oggi è il tuo compleanno, compi 3 anni.E forse per almeno un anno o oltre, non sono stato in grado di capire che ero diventato un papà, assorbito dal lavoro, dalla voglia di riuscire, credendo che la vita fosse ció che mi stavo creando, il successo professionale che stavo inseguendo.Non so cosa sia cambiato, forse sono stati i tuoi abbracci, i tuoi baci, il tuo amore sincero ed incodizionato…Fatto sta che da un giorno all’altro ho capito che il significato della mia vita sei tu, vederti sorridere, vederti crescere, insegnarti tutto ció che posso, non farti sentire mai la mia assenza.Tutto passa in secondo piano quando penso a te, tutto ció che sembra importante perde valore dinanzi ai tuoi occhioni sinceri.Forse è questo il modo giusto di vedere il mondo, con i tuoi occhi. E me l’hai insegnato tu.Per cui, nel giorno del tuo compleanno, voglio ringraziarti per avermi reso una persona migliore.Per avermi reso, semplicemente, un papà. Auguri di buon compleanno, amico mio! ... Leggi di piùLeggi di meno

5 days ago  ·  

Vedi su Facebook
Nuova diretta in arrivo!Parleremo oggi di vaccini in gravidanza, allattamento e ricerca di gravidanza con un doveroso focus sui vaccini anti covid.Saró in ottima compagnia: Francesca Ghelfi @_leguminosa svestirà per un attimo le vesti di bravissima nutrizionista qual è, per raccontarci la sua esperienza di donna in gravidanza alle prese con il vaccino anti covid. Sono certo che tante di voi si ritroveranno nel suo racconto, così come spero che questo appuntamento potrà essere di aiuto a chi è alle prese con la fatidica domanda: “mi vaccino oppure no?”. E non solo per il covid, ricordiamoci che il calendario vaccinale per le future mamme è più ricco di quanto possiamo immaginare.Ci vediamo in diretta oggi alle 14. Attivate il countdown disponibile nelle storie.Aspettiamo le vostre domande nei commenti qui sotto.A dopo ... Leggi di piùLeggi di meno

6 days ago  ·  

Vedi su Facebook
A quanto pare il post di oggi conteneva “immagini violente”. Sembra un ossimoro se rapportato a ció che rappresenta, ovvero la vita che nasce, ma va bene, lo riproponiamo censurato, sperando che così non urti la sensibilità di nessuno....L’altra faccia del nostro lavoro: l’ostetricia.Se vogliamo definirla in maniera tecnica dovremmo dire che è tutto quello che ruota attorno alla gravidanza, fisiologica o patologica che sia.In realtá l’ostetricia è l’essenza stessa della vita.Abbiamo l’onore di ascoltare per primi quel battito che accompagnerà quell’individuo in tutto il suo viaggio, ma soprattutto - per chi è così fortunato da vivere la sala parto - abbiamo il privilegio di stringere per primi tra le braccia quel bimbo. È un lavoro a cui non ci si abitua mai; è troppa l’adrenalina, l’emozione di ogni mamma, gli imprevisti, il dolore, la potenza.Ogni parto, ogni giorno, ogni donna, ogni bimbo è a sè, non esiste una gravidanza uguale ad un’altra ma soprattutto non esiste un parto uguale all’altro.Ma questo è il bello e questa è la nostra sfida quotidiana.Questa è l’ostetricia. ... Leggi di piùLeggi di meno

7 days ago  ·  

Vedi su Facebook
L’altra faccia del nostro lavoro: l’ostetricia.Se vogliamo definirla in maniera tecnica dovremmo dire che è tutto quello che ruota attorno alla gravidanza, fisiologica o patologica che sia.In realtá l’ostetricia è l’essenza stessa della vita.Abbiamo l’onore di ascoltare per primi quel battito che accompagnerà quell’individuo in tutto il suo viaggio, ma soprattutto - per chi è così fortunato da vivere la sala parto - abbiamo il privilegio di stringere per primi tra le braccia quel bimbo. È un lavoro a cui non ci si abitua mai; è troppa l’adrenalina, l’emozione di ogni mamma, gli imprevisti, il dolore, la potenza.Ogni parto, ogni giorno, ogni donna, ogni bimbo è a sè, non esiste una gravidanza uguale ad un’altra ma soprattutto non esiste un parto uguale all’altro.Ma questo è il bello e questa è la nostra sfida quotidiana.Questa è l’ostetricia. ... Leggi di piùLeggi di meno

7 days ago  ·  

Vedi su Facebook
La “ginecologia” si occupa principalmente di patologie dell’apparato riproduttivo, alle volte molto complesse come l’endometriosi, l’adenomiosi o la vulvodinia.Per ogni paziente che giunge all’osservazione di un ginecologo che si occupa di questo, c’è un nuovo rompicapo da sciogliere, un labirinto da attraversare, perchè ogni caso, ogni donna è a sè. Non esistono in ginecologia equazioni matematiche, non esistono 2+2, c’è il medico e la persona di fronte, che sta raccontando il suo dolore, nella speranza che qualcuno possa finalmente dare un nome a quel dolore.Sì, perchè spesso non si pensa che ci sono pazienti che non stanno solo combattendo con una o più patologie, stanno prima di tutto combattendo con un’idea di dolore, con domande a cui non riescono a dare una risposta.Questo è il motivo per cui un ginecologo decide di occuparsi di patologie complesse come queste. Per dare delle risposte prima di tutto. Risposte che noi chiamiamo “diagnosi”.E da lì tentativi, terapie che al primo colpo potrebbero non essere quelle giuste, la consapevolezza di avere a che fare con malattie purtroppo croniche e di cui si sa ancora troppo poco.E poi la chirurgia: una continua sorpresa.Un chirurgo ginecologo arriva di fronte al tavolo operatorio e si ritrova con scenari completamente diversi da quanto ipotizzato.Anatomia sovvertita, quadri aderenziali massivi e man mano che ci si fa strada col bisturi si pensa a quella persona e a quello che avrà passato visto il casino che c’è lì dentro.Quindi sì, è complicato, impegnativo, stressante, alle volte frustrante e psicologicamente devastante.Ma quanta soddisfazione? ... Leggi di piùLeggi di meno

1 week ago  ·  

Vedi su Facebook