Home / Visita con il dr Fasolino

Il dr Luigi Fasolino è laureato in Medicina e Chirurgia e specialista in Ginecologia ed Ostetricia, specialista in chirurgia ginecologica mini invasiva laparoscopica e robotica e in chirurgia della fertilità.
Durante la formazione – svoltasi tra Europa e U.S.A. – si è concentrato, tra l’altro, sull’acquisizione di abilità assistenziali nei confronti delle donne in gravidanza o in procinto di ottenerla e nel trattamento delle pazienti affette da problematiche ginecologiche, come il dolore pelvico cronico e l’endometriosi, sviluppando un interesse attivo anche nell’impiego di dispositivi di simulazione concernenti sia l’apprendimento che l’insegnamento di metodiche chirurgiche avanzate in Ginecologia ed Ostetricia.
È membro del board della world SLS (Society of Laparoendoscopic Surgeons), membro onorario della SRCMIG (Romanian Society of Minimally Invasive Gynaecological Surgery), membro onorario della BAMIGS (Bulgarian Association of Minimally Invasive Gynecological Surgery) e unico docente italiano della tecnica laparoscopica Vertical Zone ideata dal dr. Charles Koh al Columbia St. Mary Hospital di Milwaukee, Wisconsin (USA).

Ha conseguito il Diploma in Robotic Surgery presso lo STAN Institute di Nancy in Francia, diventando tra i più giovani docenti di chirurgia robotica ginecologica.

Quale membro delle faculty di numerose società scientifiche internazionali ginecologiche, partecipa in qualità di docente a diverse conferenze di in tutto il mondo, ed è fondatore di ISE – Italian School of Endoscopy.

Svolge da tempo attività di divulgazione medica online, con brillanti risultati. E’ ormai un punto di riferimento dell’attività scientifica sul web, in ambito ostetrico e ginecologico, ed è il ginecologo maggiormente conosciuto nel panorama dell’informazione online su territorio nazionale.

Social Stream

Ogni donna ne ha uno, probabilmente ogni mese, ed è un segno di ovulazione avvenuta.Ma…Lo sapete che il corpo luteo è un organo vero e proprio che si crea spontaneamente etemporaneamente nel vostro corpo?E quante volte vi è stato detto “c’è un corpo luteo”?Il corpo luteo non è altro che il residuo di un’ovulazione avvenuta, ed è visibile ecograficamente sulle ovaie. Si crea ogni volta che il follicolo ovarico espelle un ovulo maturo. Mentre l’ovulo andrà a svolgere le sue funzioni rendendosi disponibile alla fecondazione, il corpo luteo inizia a diventare vitale, e a produrre ormoni, soprattutto progesterone, nella fase luteale del ciclo, cioè quella postovulatoria.E’ il diretto responsabile della preparazione dell’utero all’impianto dell’embrione, e sostenta le prime fasi di gravidanza.All’ecografia appare come una struttura ben caratteristica, una sorta di piccola cisti di dimensioni non patologiche, con margini irregolari e identificabile dopo l’ovulazione.Deficit della seconda fase del ciclo, o alterazioni nella produzione di ormoni sessuali e riproduttivi possono abbreviare la vita del corpo luteo esponendo a variabili di inizio di gravidanza.Ed è inteso come un meraviglioso “organo” che temporaneamente si crea sull’ovaio, assume una funzione indipendente, produce in maniera indipendente ormoni per favorire una gravidanza. Se la gravidanza non avviene, regredisce spontaneamente esitando in una vera e propria “cicatrice” visibile sull’ovaio, il corpo albicante.Alcune volte può ingrossarsi e riempirsi di liquido o sangue, andando a costituire il corpo luteo endoemorragico, o rompersi solo raramente causando il corsiddetto “scoppio di una cisti emorragica” in addome, con dolore addominale acuto.E’ pur vero che quando tende a formare cisti emorragiche, in 2-3 mesi si riassorbespontaneamente.Vi è stato mai diagnosticato?#luigifasolino #luigifasolinoginecologo #ginecologia #9mesipiù1 #corpoluteo ... Leggi di piùLeggi di meno

2 weeks ago  ·  

Vedi su Facebook
Siete diventate ormai bravissime in ecografia ostetrica quindi saprete assolutamente dirmi cos’è rappresentato in questa scansione: una gravidanza gemellare iniziale.Ma la vera domanda è: riuscite a vedere quante placente si stanno formando? quanti sacchi amniotici?Opzioni possibili:a. monocoriale, monoamniotica - una sola placenta ed un solo sacco amniotico per entrambi i feti;b. monocoriale, biamniotica - una sola placenta e due sacchi amniotici separati;c. bicoriale, biamniotica - due placente separate e due sacchi amniotici separati.Attendo la risposta, a breve vi dirò quella esatta controllate le mie storie 🙂...#indovinatu #ginecologia #placenta #gravidanza #mamma #ginecologia #luigifasolino ... Leggi di piùLeggi di meno

3 weeks ago  ·  

Vedi su Facebook
Un momento significativo, che madre e figlia possono trovarsi a gestire insieme.Parliamone un po’: si chiama menarca, e può comparire di media tra i 10 e 15 anni ( ma l’evidenza dei fatti ci dice che questo range andrebbe modificato). Spesso è preceduto da altri cambiamenti significativi del corpo della giovane donna, tra i quali un accrescimento e maturazione anche delle ghiandole mammarie (il telarca), modificazioni dei genitali, comparsa di peluria in zona pubica o ascellare, aumento sudorazione e cambiamenti della qualità della pelle.La prima mestruazione non sempre è preceduta da grande sintomatologia, alle volte compare inaspettatamente, altre volte preceduta da sintomi di dolore addominale o cefalea.E non è detto che dall’inizio della prima mestruazione in poi, la ciclicità delle perdite sia sempre regolare e precisa. Ci può stare, non preoccupiamocene sempre.Le alterazioni delle mestruazioni in adolescenza richiedono un capitolo di trattazione separato, che affronteremo. Ma nel darvi questi piccoli input sto mirando invece ad un altro obiettivo:ancora oggi la giovane ragazza che vive la prima mestruazione può esser colta di sorpresa dall’arrivo dei primi ed incontrollati cambiamenti del proprio corpo, e la gestione di questo momento può esser dipinta in maniere anche controverse a scuola, tramite i media, da parte degli amici osemplicemente per il posto in cui viviamo.Tutti noi genitori dovremmo esser sempre presenti nell’accompagnare le nostre figlie in questa nuova epoca della vita, a braccia aperte, con il sorriso, parlandone e trasmettendo corrette informazioni.Educhiamo le donne di domani alla conoscenza e valorizzazione del proprio corpo....#luigifasolinoginecologo #fasolinostudio #ginecologia #mestruazioni ... Leggi di piùLeggi di meno

4 weeks ago  ·  

Vedi su Facebook
Tu sei “quella con i fibromi”, o “quella con l’endometriosi”, o “quella con la PCOS”, o “quella infertile”. Purtroppo si, ed in parte è colpa nostra. L’attività quotidiana ci porta a categorizzare per malattia i pazienti, garantendo di certo l’assistenza, ma esitando in una depersonalizzazione delle cure.Andrebbe invece promosso un cambio di approccio alle cure, e la medicina narrativa in questo è d’aiuto sia a medici che a pazienti.Ogni paziente ha una storia della malattia di cui soffre che va ben oltre i sintomi riferiti, e tutti i pazienti lo sanno, ma per motivi non noti omettono inconsapevolmente tanti dettagli che se da un lato rendono più prolisso il racconto, dall’altro forniscono tante informazioni utili a noi medici in funzione di una diagnosi più certa.Raccontare dettagli anche intimi, o apparentemente lontani dalla malattia, esprimere i propri disagi o le proprie paure va a rafforzare notevolmente il rapporto di fiducia tra medico e paziente.E sta a noi recepire queste informazioni, magari con un sorriso ed un “ sai, è successo anche ame”.Ritengo che la medicina narrativa possa manifestarsi inoltre in immagini, suoni, video, musiche.E’ qualunque cosa che riesca a catturare l’attenzione di una paziente al fine di renderla più informata e quindi più tranquilla. Anche quella che facciamo qui sui social è medicina narrativa.E se solo una di voi avrà beneficiato delle informazioni che quotidianamente vi fornisco, potròdefinirmi un medico felice.Come sempre la chiave è parlare, ascoltare, raccontare, confrontare le proprie esperienze in maniera empatica, per non essere una malattia, ma essere una persona....#luigifasolino #ginecologia #ginecologo #medicina #narrativa #infertility medico #ginecologa #hospital #clinica #ecografia #endometriosis ... Leggi di piùLeggi di meno

4 weeks ago  ·  

Vedi su Facebook
Se mi avessero parlato dei miei 40 anni un po’ di tempo fa, mi sarei immaginato sicuramente a festeggiare in un posto esotico con gli amici, oppure in un locale con almeno 300 persone.Ed invece sono nell’unico posto in cui vorrei essere: a casa, con la mia famiglia.❤️Le foto, come sempre, non le abbiamo sapute fare neanche questa volta....Tanti auguri a me!+40#40anni #compleanno #luigifasolino #ginecologo #ginecologia #home #famiglia #essenziale ... Leggi di piùLeggi di meno

4 weeks ago  ·  

Vedi su Facebook